Che dire di questi strepitosi BISCOTTI?! Profumatissimi e fragranti!!

Ho preso ispirazione per questa ricetta da un libro di Pietro Leeman "Diario di un cuoco". Libro semplice e splendido da cui traggo spesso molte idee!

E' una ricetta con pochi ingredienti, che io ho modificato in chiave vegan per avvicinarla di più alla mia personalità ed al mio modo di cucinare.

Ho utilizzato il preparato integrale VitaMill per l'impasto, ormai lo conoscerete...visto che ve la propongo così spesso!!

E' un preparato ricchissimo in fibre e minerali, ha un moderato indice glicemico e contrasta l'acidificazione tipica di quando si consumano troppi prodotti lavorati o da forno.

E' assolutamente un prodotto da provare...anche la digestione ne trarrà grande beneficio!!

Per questa ricetta ho utilizzato fichi secchi e zenzero. In realtà potete scegliere albicocche, prugne o altra frutta essiccata a vostro piacimento!

 

Tipo di ricetta: biscotti

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 15 minuti + riposo e cottura

 

Ingredienti:

130 gr preparato integrale VitaMill, setacciato

60 ml succo di mela limpido (io uso quello di Rob del Bosco Scuro)

3 cucchiai di zucchero mascobado

40 gr olio di cocco fuso

3 fichi secchi

30 gr zenzero essiccato e candito

1 cucchiaino di lievito naturale per dolci

 

Preparazione

Tagliare fichi e zenzero in pezzi molto piccoli.

Mescolare insieme l'olio di cocco fuso con lo zucchero in modo che il calore dell'olio faccia sciogliere un pò lo zucchero. Aggiungere quindi anche la farina ed il lievito amalgamando bene il tutto. Unire anche il succo di mela ed impastate. In ultimo aggiungere fichi e zenzero sminuzzati. Creare un panetto simile ad una frolla ma un pò più morbido e lasciarlo riposare coperto in frigorifero per 30 minuti.

Trascorso questo tempo, togliere dal frigo l'impasto e porzionarlo utilizzando lo spallinatore da gelato oppure un cucchiaio. Formare quindi delle palline e schiacciarle con le mani in modo da ottenere una forma tonda.

Infornare a 165° per 15 minuti finchè leggermente dorati.

 

EnJoy!

 

 

 

 

 

Mi sono resa conto di non aver ancora pubblicato la ricetta del pane che spesso preparo per la colazione a casa.

Dovete sapere che reputo la colazione FONDAMENTALE! ...e per questo vi suggerisco di non saltarla mai per nessuna ragione al mondo!

La colazione è davvero un pasto importante. Pensate solo che permette di mantenere sana la massa muscolare (e con lei il metabolismo!)...e questo è solo uno dei mille vantaggi di fare la prima colazione.

Numerosi studi, tra l'altro, hanno dimostrato che chi fa una buona colazione tende a rimanere in forma più facilmente.

Cosa mangiare?

Tendenzialmente CARBOIDRATI di buona qualità. Quindi FRUTTA fresca e/o essiccata, PANE integrale con un pò di marmellata, una piccola quantità di NOCI o FRUTTA A GUSCIO ed una buona bevanda come the o caffè.

Proprio così: PANE

Sento ancora troppe persone "terrorizzate" dal consumo di farine. Ma perchè? Mi sembra la solita moda passeggera senza senso. Ovvio che non bisogna esagerare...ma il pane integrale è un ottimo alimento (e meglio se in cassetta..perchè ha meno crosta).

C'è da dire che questo pane è perfetto non solo perchè è buono, morbido ed integrale...ma anche perchè è fatto con il preparato VitaMill che, essendo ricco in sali minerali, aiuta ancora di più a mantenere alcalina ed anti-infiammatoria la nostra alimentazione.

Se ancora non conoscete il preparato VitaMill visitate www.vitamill.it.

 

Ingredienti:

500 gr preparato integrale VitaMill

13 gr lievito fresco di birra

350 ml acqua tiepida

1 cucchiaino di malto d'orzo

1 cucchiaio di olio extravergine

 

Preparazione:

Setacciare la farina in una ciotola. Aggiungere lievito e acqua. Iniziare ad impastare a mano finchè l'acqua sarà tutta assorbita e la pagnotta sarà lavorabile. Impastare alcuni minuti  poi aggiungere l'olio e continuare ad impastare (anche fino a 10 minuti se riuscite).

Lasciare quindi l'impasto nella ciotola coperto con un canovaccio o della pellicola per 35-40 minuti.

Rovesciare quindi l'impasto sul tavolo dove avrete sparso un pò di farina.

Ripiegare l'impasto su se stesso arrotolandolo due o tre volte per ottenere una specie di filoncino. Prendere una teglia da plumcake e rivestirla con cartaforno. Riporre all'interno il filoncino. Ungerlo leggermente in superficie e lasciarlo riposare in un luogo tiepido per 1 ora.

Scaldare il forno a 220°. Quando ben caldo, infornare il pane. Se è presente la funzione vapore aggiungetene un pò altrimenti mettete in forno una ciotolina per 3 cubi di ghiaccio.

Cuocere per 30 - 35 minuti controllando che sia dorato.

 

EnJoy!

 

 
 
Questi muffin alle pesche, preparati con la miscela Vitamill, sono un'ottima colazione o spuntino di metà mattina. 
Facilissimi da preparare, sono sempre una certezza perché vengono bene e piacciono a tutti! 
Il preparato Vitamill è integrale ed a basso indice glicemico, in più l'uovo ci dà una nobile componente proteica.
 
Se volete preparare questi muffin in versione VEGAN, potete sostituire l'uovo con 2 cucchiai di semi di chia macinati e sciolti in un pochino di acqua o latte.
 
Potete provare a sostituire la pesca con altra frutta di stagione! 
 

 Ingredienti per 10 muffin

 
125 gr farina Vitamill
10 gr lievito per dolci
45 gr zucchero mascobado
40 ml olio di mais
1 uovo
Succo di mela limpido qb.
1 pesca matura
3 cucchiai di mandorle a lamelle
 

Preparazione

 
In una ciotola capiente setacciare la farina ed il lievito. 
A parte sbattere l'uovo con lo zucchero mascobado usando una frusta finché non sarà leggermente montato e schiarito di colore. Aggiungete quindi l'olio e continuate a sbattere.
Aggiungete poi le farine pian piano, mescolando bene. Infine aggiungere qualche cucchiaio di succo di mela per ottenere una consistenza morbida e cremosa.
Versate il tutto nei pirottini da muffin. Inserite in ogni pirottino qualche cubetto di pesca fresca e coprite in superficie con qualche mandorla a lamella. 
Infornate a 175° per 15 minuti circa finché dorati. 
 

EnJoy!

 

Potrebbero interessarti anche...

TORTA ZEBRATA SENZA ZUCCHERO

PANE DI BANANE

 

Torta all'ananas super profumata e facilissima da preparare!

E' dolcificata con poco zucchero integrale mascobado e succo d'ananas. Il grande chef Simone Salvini insegna che il succo di ananas (fresco ma anche conservato) rende le torte molto soffici. Provatelo! In realtà durante la cottura il profumo di ananas si attenua e non è poi così forte, a me ricorda quasi il caramello! Per questo motivo potete provare questa ricetta anche in abbinamento ad altri ingredienti come frutta fresca, uvette e cioccolato.

Questa è una torta ottima per la colazione e la merenda.

Come dico sempre, la colazione è MOLTO IMPORTANTE! Bisogna mangiare al mattino, non ci sono scusa. Fidatevi di me! (per saperne di più scrivetemi!!)

Se non riuscite perchè non avete appetito, c'è qualche abitudine sbagliata che dovete correggere al più presto. Provate a cenare molto leggero la sera, prevalentemente a base di verdure. Vedrete che al mattino avrete già un certo languorino! 

Se non riuscite a mangiare perchè non avete tempo...organizzatevi! La colazione andrebbe fatta entro le 9 percui di tempo ce n'è! Trovate un momento per farla, tagliatevi una fetta di torta e portatela con voi da consumare prima di cominciare il lavoro. 

Con la volontà ed un minimo di organizzazione si può far tutto! Questa torta si può anche congelare a fette. In questo modo l'avrete sempre pronta a disposizione!

Ma ora veniamo alla ricetta, a base di preparato integrale VitaMill, ad alto potere alcalinizzante! (traduzione: ricco di sali minerali che aiutano a tamponare l'iperacidificazione dei tessuti!)

 

Ingredienti per una teglia da 22-24 cm

280 gr preparato integrale VitaMill ( per maggiori info www.vitamill.it )

20 gr farina di mais fioretto (è un tipo di farina di mais macinata molto fine)

50 gr mandorle tritate

270 ml succo di ananas (centrifugato oppure succo al 100%)

60 gr zucchero mascobado integrale

1 bustina di lievito naturale per dolci a base di cremor tartaro

100 ml olio di mais o girasole spremuto a freddo

1/4 di ananas fresco (oppure anche altra frutta andrà bene!)

scorza di limone biologica

50 ml acqua (facoltativo)

 

Preparazione:

In una ciotola capiente mescolare insieme il preparato VitaMill con la farina di mais, lo zucchero, il lievito naturale, le mandorle tritate, la scorza del limone grattuggiata. Mescolate per amalgamare bene.

In un altro recipiente mescolare insieme il succo con l'olio. A parte pulite l'ananas, eliminate la parte dura centrale e ricavatene dei cubetti. Io ho tenuto da parte un pezzo di ananas e l'ho tagliato a fettine, per la decorazione in superficie.

Accendete il forno a 180° e preparate una teglia di 22-24 cm con cartaforno.

Mescolate insieme gli ingredienti secchi con quelli liquidi miscelando bene con una spatola. Se necessario aggiungete anche l'acqua perchè la farina VitaMill assorbe moltissimo i liquidi. A questo punto aggiungete anche l'ananas a cubetti. Versate l'impasto nella tortiera e decorate la superficie con le ultime fettine di ananas.

Infornate per 40 - 45 minuti (è una torta piuttosto umida!) e fate la prova stecchino prima di toglierla dal forno per verificare se è cotta.

Lasciatela raffreddare prima di tagliarla!

 

EnJoy!

 

Potrebbero interessarti anche...

TORTA INTEGRALE CON ARANCE AFFONDATE

TORTA ZEBRATA SENZA ZUCCHERO

 

 

Cosa sono gli SCONES??

Sono dolcetti di origine scozzese, lievitati e cotti al forno. Solitamente si accompagnano con il the e varie marmellatine o cremine come la lemon curd, poichè di per sè non sono molto dolci. Questo è un gran punto a favore per me, che non amo le ricette troppo zuccherate!! Pensatele come delle focaccine leggermente dolci, da farcire e gustare a colazione o a merenda.

Questi fantastici scones si possono fare lisci, con le uvette, con le gocce di cioccolato o mirtili. Come sempre, una ricetta che si può personalizzare a proprio piacimento. L'adoro!

La mia versione differisce un pò dall'originale perchè chiaramente è vegan ed integrale, a me piace così! Per l'impasto ho utilizzato il preparato integrale VitaMill di Grandi Molini Italiani.

 

Tempo di preparazione: 40 minuti

Difficoltà: media

Tipologia di ricetta: colazione, merenda

 

Ingredienti per 10 scones:

190 gr di preparato VitaMill integrale di Grandi Molini Italiani ( www.vitamill.it )

2 cucchiaini di lievito naturale per dolci a base di cremor tartaro

cannella a piacimento

45 gr zucchero mascobado integrale

2 cucchiai di sciroppo di agave

35 gr olio di cocco fuso, biologico

120 gr yogurt di soia bianco al naturale (marche suggerite: Sojade e SojaSun )

90 gr di gocce di cioccolato o frutta essiccata a piacere (uvette, fichi secchi a pezzetti, mirtilli...)

 

Preparazione:

 Scaldate il forno a 200°. In una ciotola mescolare insieme la farina setacciata con il lievito e la cannella. Aggiungere lo zucchero e mescolare. A parte in una ciotolina mescolare insieme l'olio di cocco fuso con l'agave. Cercate di emulsionarli mescolando vigorosamente, poi versare il tutto nella ciotola con le farine. Lavorare con le mani finchè la farin avrà assorbito bene i liquidi. A questo punto aggiungere anche lo yogurt e la frutta secca. Il composto finale dovrà essere morbido e lavorabile. 

Preparate una teglia con carta forno e disponete il composto a cucchiaiate ottenendo 9-10 scones. Lasciate spazio tra uno scone e l'altro poichè cresceranno un pò. Infornare per 15-20 minuti finchè dorati.

Lasciateli raffreddare prima di tagliarli (non come ho fatto io nella foto....che erano ancora caldi!!! non ho resistito....)

EnJoy!!

 

Potrebbero interessarti anche...

PANE DI BANANE

STRUDEL DI ALBICOCCHE E LAMPONI

 

 

 

I pancake sono una coccola eccezionale per le colazioni lente e piacevoli del fine settimana. Non è vero?! Che alle brioscine chimiche del mulino white gli fanno un gran baffo!

Sono così semplici da fare e così buoni!! Eppure in pochi li preparano, almeno qui in Italia. Bastano pochi ingredienti e pochi attrezzi, sono veloci e rendono tantissimo! Si possono preparare in mille varianti: vegani, non vegani, alla banana, proteici, al cacao, al grano saraceno....ci si può sbizzarrire!

Oggi vi propongo questa versione dalla consistenza perfetta e dall'aspetto super invitante....sono certa che li troverete irresistibili! Guarniteli con yogurt, frutta fresca o secca....e al posto dello sciroppo d'acero provate ad utilizzare il malto di riso o di orzo, che sono dolcificanti meno zuccherini.

L'ingrediente principe è anche in questo caso la farina VitaMill, una farina integrale di grano che vanta ottime proprietà nutrizionali. E' fortemente alcalinizzante, caratteristica che tutte le nostre colazioni dovrebbero avere. Al mattino abbiamo bisogno di alimenti ricchi di minerali e quindi "alcalini". Normalmente le farine non lo sono, ma VitaMill ha una speciale formulazione che le permette di essere non poco, ma molto alcalina! 

Questo vuol dire che, tra le altre cose, contribuisce alla salute del nostro organismo e al mantenimento della massa ossea ideale...ottimo direi! E ci possiamo fare i pancakes!! Evviva!

Provate questa semplice ricetta e poi fatemi sapere!

Tempo di preparazione: 20 minuti

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: colazione

 

Ingredienti per circa 15 pancakes

225 gr farina VitaMill di Grandi Molini Italiani ( www.vitamill.it )

10 gr zucchero mascobado (facoltativo, potete anche farli senza zucchero!)

1 cucchiaino di lievito naturale per dolci (miscela di cremor tartaro)

20 ml olio di cocco fuso (oppure olio di semi biologico va bene)

400 ml latte vegetale a vostro piacimento (quello di soia legherà maggiormente, oppure vi consiglio quello di mandorla non zuccherato)

un pizzico di cannella in polvere

 

Preparazione:

Mescolare insieme gli ingredienti secchi, setacciando il lievito cremor tartaro. Aggiungete qundi l'olio ed anche il latte. Mescolate con una frusta fino ad ottenere una pastella non troppo liquida. Scaldate un padellino spennellandolo con un goccio di olio (io ho usato olio extravergine in questo caso). Quando il padellino è caldo iniziare a versare un mestolino di impasto, smuovere la padella per uniformare la cottura. Io ho usato un coperchio di vetro, in questo modo il vapore mantiene i pancakes molto morbidi e voi potete controllare la cottura attreverso il vetro. Cuocete quindi per pochi minuti coperti, quando vedrete che sarà completamente asciutto anche sopra, giratelo con l'aiuto di una spatolina e cuocete anche dall'altra parte per un minuto, finchè un pò dorato. Fate lo stesso per tutto l'impasto, 

Spostateli quindi su un piatto. Potete servirli impilati e guarniti con frutta fresca, secca, yogurt, marmellate e altre creme. Non esagerate con miele e sciroppi poichè andrebbero ad innalzare troppo l'indice glicemico del piatto!! 

Ovviamente potete prepararli il giorno prima...e guarniteli sono all'ultimo momento! 

EnJoy!!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

MARMELLATA DI POMODORI VERDI

BISCOTTI AL MAIS E CUMINO NERO

 

 

 

Legumi, mon amour!

Altra ricetta a base di legumi...una buona crema dolce da spalmare a colazione!

Conosco ed uso i fagioli Azuki da moltissimo tempo. Infatti, ho cominciato il mio percorso di approfondimento alimentare proprio dalla Macrobiotica (ormai una decina di anni fa..) che utilizza molto questi piccoli fagioli rossi. Secondo la Macrobiotica sono ottimi per i reni ed infatti la loro forma li rassomiglia. In oriente sono utilizzati spesso per creme dolci e marmellate...ne è un esempio la famosa ANKO, la marmellata di fagioli che si usa per farcire i paninetti al vapore oppure i pancake tipici giapponesi.....quanto mi piacerebbe andare in Giappone!! Ma questa è un'altra storia.

Ora gli Azuki vengono coltivati anche in Italia, tant'è che io li prendo tramite il G.A.S. dall'azienda LESCA. Potete usare gli Azuki come normali fagioli o per fare patè salati, minestre o altre ricette ma io li amo particolarmente nella loro versione dolce e quindi vi propongo una crema perfetta per la colazione al posto della marmellata o della nut....si quella lì che a me fa un pò schifo. 

Oltre ad essere buonissima, questa crema è anche saziante e ricca di fibre e proteine, ottime per la colazione dove spesso noi italiani abbondiamo solamente negli zuccheri (fateci caso, a colazione che mangiate? biscotti...brioches...cereali...frutta...succhi....latte....ecco. Fondamentalmente zuccheri)

E allora via libera ai fagioli anche a colazione...sono buonissimi!!

 

Tempo di preparazione: ammollo 6-8 ore + 45 minuti tra cottura e preparazione

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: colazione

 

Ingredienti per 2 vasetti da 300 gr.

200 gr fagioli azuki secchi

4 cucchiai di pasta di nocciole oppure di mandorle (100% nocciole o 100% mandorle, acquistabile nei negozi bio)

4 cucchiai di miele o sciroppo di agave

4 cucchiai di cacao amaro (oppure 3 cucchiai se la preferite meno amara)

Poco latte vegetale per frullare

cannella (facoltativo)

 

Preparazione:

Tenere in ammollo i legumi per 6-8 ore, poi cuocerli in pentola con abbondande acqua fino a che saranno ben cotti. Trasferirli nel frullatore (lasciateli raffreddare un pò) e frullare con tutti gli altri ingredienti della ricetta, alla massmia velocità. Otterrete una crema liscia, più o meno densa a seconda di quanto latte aggiungerete. Assaggiatela. Ok, non finitela!!!

Versatela (se ne è rimasta dopo l'assaggio) ancora calda nei vasetti di vetro e chiudete bene in modo da far formare il sottovuoto. Conservatela in frigo fino a 1 settimana - 10 giorni. 

EnJoy!!

 

Potrebbero interessarti anche...

BROWNIE DI FAGIOLI CANNELLINI

TRANCETTI MORBIDI NOCCIOLA E CACAO

 

 

 

Sabato abbiamo ritirato le arance acquistate con il GAS (Gruppo di Acquisto Solidale) di Concorezzo, di cui faccio parte da pochissimo. Sono felicissima di far parte finalmente di questo gruppo e di poter acquistare prodotti di ottima qualità da produttori validi e sostenibili.
Queste arance arrivano dalla Sicilia e me ne sono già innamorata. Dopo averle distribuite a vari parenti (12 Kg la cassa!) ora sto preparando marmellate, scorze in vari modi, succhi e naturalmente torte.
Sono succose e molto saporite e si prestano bene a tutto.
Visto che per me la colazione è un momento sacro e può determinare in bene o in male l'andamento dell'intera giornata mi impegno tantissimo per avere sempre una colazione varia, nutriente e non troppo zuccherina. Probabilmente esagero un pò...perchè mangio parecchio! Però è un momento molto piacevole e ci tengo almeno che sia anche sano, altrimenti
poi il mio delicato stomaco me la fa pagare cara.
Questo dolcetto quindi è perfetto per la colazione o per la merenda e, come vedete dalla ricetta, ha pochi zuccheri. Se non siete abituati, portate la quota di zucchero di questo dolce fino a 70 gr e vedrete che sarete più che soddisfatti. A me piace così, la trovo già dolce anche perchè magari ci aggiungo un cucchiaino di marmellata sopra per spezzare il sapore e se la torta fosse già molto dolce questa aggiuntina stonerebbe troppo.

Vi dico solo che in mezza giornata metà torta è già sparita!!!

 

Tempo di preparazione: 40 minuti

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: colazione, dolce

 

Ingredienti per 28 cm di diametro (teglia a cerniera)


300 gr farina integrale di farro
30 gr proteine (facoltativo, io ho usato il Vegan Blend di myProtein)
scorza di 1 arancia bio
fette di 1 arancia bio
50 gr cioccolato fondente al 50% o al 70% a pezzettini
1 bustina di lievito cremor tartaro
300 ml liquido (mix tra acqua e latte vegetale, oppure solo latte vegetale)
60 ml olio di semi biologico
pizzico di sale
40 gr zucchero di canna mascobado + copertura
2 gocce di stevia

 

Preparazione:

Come ogni torta vegana che si rispetti, si prepara mescolando insieme in una terrina tutti gli ingredienti secchi (farine, proteine in polvere, lievito, zucchero, cioccolato a pezzetti, scorza di arancia) ed in un'altra quelli liquidi (olio, latte, acqua, stevia).
Riscaldate il forno a 180°, ungete una teglia a cerniera. Fatto ciò, unite i liquidi ben amalgamati agli ingredienti secchi mescolando bene per non avere grumi o farine non amalgamate.
Versate l'impasto sulla torta e livellatelo bene. Date alcuni colpetti al fondo della tortiera per eliminare eventuali bolle.
Tagliate l'arancia a vivo togliendo la scorza e poi affettatela orizzontalmente. Disponete quindi queste fette sopra all'impasto facendole affondare leggermente. Cospargete la superficie della torta con poco zucchero di canna mascobado...questo è un trucchetto per sentire un intenso sapore dolce quando si morde la torta...anche se in realtà la quantità di zucchero è minima!! Infornate a forno caldo per 30 minuti ed il gioco è fatto. 

EnJoy!

 

Potrebbero interessarti anche...

TORTA DI MELE E GRANO SARACENO

 

 

Pane di banane Vitamil

Ho trascorso gli ultimi tre giorni con Grandi Molini Italiani alla fiera Winter Village di Milano, svoltasi precisamente in via Pagano. E' una fiera piccolina ma interessante tutta dedicata alla salute con vari consulti medici e checkup gratuiti tra cui misurazione della pressione, possibilità di parlare con vari medici specialistici, ascoltare conferenze interessanti e non da ultimo assistere agli show cooking dove io sono stata protagonista con la farina VitaMill di Grandi Molini Italiani.

Le due ricette che ho raccontato in queste giornate sono state la mia pizza senza lievito (trovate QUI la ricetta) ed il famoso e apprezzatissimo PANBANANA...o pane di banane o ancora detto banana bread.

Visto il gran successo e visto che molti mi hanno chiesto la ricetta la metto subito a disposizione!!

La ricetta è semplice e veloce, ve la propongo con la farina VitaMill di Grandi Molini Italiani ( www.vitamill.it per ogni info). Non è vegana perchè io ci ho messo un uovo nella preparazione ma si può tranquillamente rendere vegana omettendo l'uovo ed adottando altri due accorgimenti che vi indico in ricetta. E' un dolce senza zuccheri aggiunti, ottimo per la colazione o la merenda!

 

Ingredienti (versione non vegan)

250 gr farina VitaMill Grandi Molini Italiani

1 uovo

9 gr lievito cremor tartaro

2 banane molto mature + mezza

100 ml acqua 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

8 datteri precedentemente ammollati

1 manciata di uvetta precedentemente ammollata

 

Ingredienti (versione vegan)

250 gr farina VitaMill

9 gr lievito cremor tartaro

3 banane mature + mezza

3 cucchiai di olio extra vergine di oliva

100 ml latte di soia

8 datteri 

precedentemente ammollati

1 manciata di uvetta precedentemente ammollata

 

Preparazione.

Schiacciate le banane con la forchetta. Aggiungete olio e l'uovo e mescolate bene. In un tritatutto frullate insieme i datteri con un goccino di acqua per ottenere una crema di datteri che sarà il nostro dolcificante. Aggiungetela al composto di banane.

A parte mescolate la farina con il lievito setacciato, aggiungete cannella se vi piace.

Preriscaldate il forno a 180° e rivestite una teglia da plumcake con cartaforno. Mescolate quindi le farine con gli ingredienti umidi, aggiungendo infine l'acqua (o il latte di soia). In ultimo incorporate anche le uvette, mescolate bene e versate nella teglia.

Prendete la mezza banana tagliata per la lunga, incidetela nuovamente a metà per la lunga ottenendo dei quarti di banana che andranno adagiati sulla superficie del nostro impasto schiacciandoli leggermente per farli affondare. Infornate e cuocete per 45 minuti, facendo alla fine la prova stecchino. E' meglio gustare questo dolce quando è completamente freddo!

Enjoy!!

 

Potrebbero interessarti anche...

BANANE CIOCCOLATO E CARDAMOMO

PLUMCAKE CASTAGNE E CIOCCOLATO

PANE VitaMill RIPIENO

 

focaccine alle carote

Siamo quasi a Natale....evviva!!! E' un bel periodo e fortunatamente arrivano un pò di buone notizie, che non fanno mai male!! Per far fronte a giorni di festeggiamenti vari, non mancano mai a casa gli estratti di frutta e verdura che aiutano a tamponare eventuali eccessi. Mi occupo di succhi da anni e da sempre collaboro con BABASUCCO per lo studio delle ricette. I succhi fanno parte del mio lavoro e del mio modo di alimentarmi da ormai tanto tempo. Ho seguito vari detox, ho studiato i cosiddetti "menu di juicing" ovvero i digiuni liquidi ed ho lavorato tanto sulle ricette. Se quindi volete consigli o suggerimenti non esitate a scrivermi e sarò lieta di aiutarvi!!

Ma veniamo a noi. Coi succhi, o estratti, c'è il "problema" dello scarto. Lo scarto in realtà può essere utilizzato in tanti modi...dipende un pò da che estratto avete preparato. Conviene separare la polpa della frutta da quella della verdura se avete usato verdure come sedano, cavoli, finocchi...perchè così potrete usare la polpa delle verdure per polpette, sformati, zuppe o ripieni. Altra verdura come le carote invece, si sposa benissimo con la frutta (mele, pere, arance, pesche...) e così potete sbizzarrirvi in tortine, muffin e biscotti. Basterà utilizzarli nell'impasto del dolce in questione.

Come in questo caso! Ho preparato due estratti freschi con carote, mela, zenzero e limone. Lo scarto l'ho tenuto un giorno in frigo perchè non avevo tempo di usarlo subito ma il giorno dopo lo volevo sfruttare per preparare una colazione sana (anche perchè la dispensa era mezza vuota e non avevo voglia di far la spesa!!).

E così ecco delle ottime e facilissime focaccine...buone e semplici! Ideali al posto di pane o delle fette biscottate a colazione per spalmarci sopra creme di frutta secca, marmellata o anche banane schiacciate. Sono perfette anche come snack di metà mattina, anche perchè io le ho addizionate con un pochino di proteine di riso e piselli.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: snack, colazione

 

Ingredienti per 10 focaccine

Lo scarto del centrifugato (di 6 carote, 3 mele, 2 fette di limone, 1 pezzetto di zenzero)

30 gr proteine (io ho quelle di MyProtein, il "vegan blend", se non avete nulla usate la farina di ceci!)

100 gr farina di mais fioretto

2 cucchiai di zucchero Mascobado

30 gr farina semintegrale

2 cucchiaini di lievito cremor tartaro per dolci

polvere di buccia d'arancia essiccata (ecco come farla: BUCCE D'ARANCIA PER UN NATALE SOSTENIBILE)

35 ml olio di mais biologico

Latte vegetale qb meglio se avena o riso (circa mezzo bicchiere)

 

Preparazione:

Preparate il vostro buon centrifugato. Radunate lo scarto in una ciotola ed aggiungete tutti gli ingredienti secchi. Continuate poi con l'olio mescolando bene e "sabbiando" il composto. Terminate con il latte ottenendo un impasto morbido e non troppo appiccicoso. Si riesce tranquillamente a lavorare con le mani. Lasciatelo riposare una decina di minuti perchè la farina di mais assorbe molto liquido.

Prelevate ora un pò di impasto formando delle focaccine con le mani e riponetele su di una teglia con carta da forno, leggermente distanziate. Cuocetele in forno già caldo a 175° per 15-20 minuti finchè leggermente dorate. Io ho dovuto girarle a fine cottura perchè sotto erano ancora tenere mentre sopra erano pronte.

Si conservano 3 giorni in frigorifero!

EnJoy!

 

focaccine alle carote small

 

Potrebbero interessarti anche...

MINI FLAN DI PATATE DOLCI

 

 

Crema di castagne

La crema di castagne è un mio must autunnale dal lontano 2007 quando mi cimentavo nelle mie prime prove di cucina vegan. Allora avevo un blog...che in effetti esiste ancora però è a dir poco vintage. Vi suggerisco di dargli un'occhiata così per curiosità e troverete infatti anche la ricetta della crema di castagne, con un tocco macrobiotico come mi piaceva fare a quei tempi.

Sbircia la ricetta "vintage"!

Questa crema è facile e buonissima. Si adatta ai biscotti, alla farcitura di torte, come frosting per una cupcake bombardata da scaglie di cioccolato. Inutile dire che è buonissima anche al cucchiaio e che raramente dura piu di tre giorni nel mio frigorifero....anche se ne potrebbe durare tranquillamente 6 o 7. Se usate le castagne già lessate si prepara in un batter d'occhi!

Le castagne sono molto nutrienti e amidacee. Per questo sono ottime a colazione, per darci la giusta energia. Non vanno però abbinate con troppi altri ingredienti amidacei e zuccherini durante la giornata, percui magari evitate patate, pane e pasta se già consumate le castagne in un pasto. Le caldarroste sono buonissime, si sa! Ma mi raccomando...pulitele da eventuali parti bruciate che non sono solo poco gradevoli ma possono essere molto dannose per il nostro organismo esponendolo a sostanze potenzialmente cancerogene!

 

Tempo di preparazione: 20 minuti (piu eventuale cottura delle castagne di altri 50 minuti)

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: colazione

 

Ingredienti per due vasetti:


500 gr castagne già lessate
1 pizzico di sale
500 ml latte di soia o di riso
1 cucchiaio di sciroppo d'acero o malto o miele
un pezzo di bacca di vaniglia

 

Preparazione:

Ecco un trucco per riuscire a pelare meglio le castagne lesse: mettetele un paio d'ore in freezer, poi buttatele in una pentola a pressione con acqua bollente e un pizzico di sale. Chiudete la pentola a pressione e fate andare per 50 min circa. In questo modo si sbucceranno con facilità una volta cotte.
Dopo averle sbucciate mettetele in una casseruola con il latte e il malto (o lo sciroppo) e la vaniglia e fatele sobbollire per 10 minuti. Una volta pronte, prelevate la vaniglia schiacciandola bene per far uscire tutti i semini profumati e poi frullate tutto. Potete regolarne la consistenza aggiungendo un altro pochino di latte se vi piace.
Si conserva tranquillamente in frigo per una settimana!
 
Suggerimento per non usare docificanti: Aggiungete una pera matura, da mettere a bollire nel latte assieme alle castagne cotte. Non servirà altro dolcificante quindi omettete lo il malto!

EnJoy!

 

Potrebbero interessarti anche...

 
 
 

  

Anche se sono ingredienti da limitare, io adoro lavorare con le farine. Tutte tranne la 00 ovviamente. Ci sono mille teorie su questa farina…ma io non la uso e stop. Una volta ho pure litigato con uno chef specializzato in panificazione perché sosteneva che non esiste differenza tra 00 e altre farine più integrali ma solo nel metodo di lavorazione. Al di là della maleducazione e dell’ironia altezzosa con cui mi ha risposto (e al di là del suo girovita ben oltre i 100 cm) penso che sia vero che la lavorazione faccia la differenza…ma la qualità del prodotto per me è più importante. Inoltre, mi piacciono di più le farine integrali e questo è già un motivo più che sufficiente per sceglierle!!

Qui uso mais e integrale di grano bio setacciata, per togliere l’eccesso di crusca. Il cumino nero è facoltativo ma se volete un aroma più speziato vi consiglio di provarlo…io l’adoro. Inoltre questi biscotti sono davvero poveri di zuccheri in quanto ho usato la stevia e pochissimo zucchero mascobado. Sono semplici ma molto confortevoli. 

Due paroline sulla stevia. E' una pianta simile alla menta o al basilico a vedersi. Da pochi anni è stata introdotta anche in Italia ed è perfetta da tenere sul terrazzo assieme alle altre aromatiche. Così al naturale è difficile da usare nei dolci. Andrebbe essiccata, triturata per ottenerne una polvere ma anche allora non sarebbe proprio il dolcificante ideale (poco solubile, color grigiastro...). Nella versione liquida ovviamente ci sono altri componenti che entrano in gioco, essendo un estratto....ma se la trovate naturale e biologica a mio avviso si può usare, di tanto in tanto. Ha un enorme potere dolcificante nonostante non abbia indice glicemico, percui è utile per ridurre lo zucchero nei dolci. Ha però un sapore altrettanto forte, quindi fate attenzione perchè anche solo una goccia di troppo potrebbe rovinare il sapore finale del vostro dolce.

 

Tempo di preparazione: 30 minuti

Difficoltà: facile

Tipologia di piatto: colazione

 

Ingredienti:

115 gr farina integrale VitaMill, leggermente setacciata (www.vitamill.it per info sulla farina!)

75 gr farina di mais fioretto o macinata fine

30 gr zucchero mascobado

2 gocce di estratto di stevia

Scorza di limone bio

60 gr burro di cacao/olio di cocco

1 cucchiaio di cumino nero

1 cucchiaino di lievito naturale per dolci (cremor tartaro)

Acqua q.b.

 

Preparazione:

Mescolare insieme le due farine, aggiungere anche il lievito, la scorza di limone e lo zucchero. Far ammorbidire il burro di cacao  o l’olio di cocco poi aggiungerli alle farine mescolando fino a farli assorbire ed ottenere quindi un impasto umido e sabbioso. Aggiungere la stevia e mescolare, poi poca acqua fredda finchè riuscirete a impastare il tutto. Dovrà risultare un impasto morbido e leggermente appiccicoso che lasceremo riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso questo tempo, preleviamone piccole porzioni dando la forma che preferiamo (io ho usato stelline…ma scegliete voi). Un consiglio: usate formine piccole poiché non è un impasto adatto ad essere steso con il mattarello e poi coppato.  Disporre i biscotti su una teglia con carta forno e cuocere a 170° per 10-12 minuti. Lasciar raffreddare completamente prima di mettere via, poiché potrebbero rilasciare un po’ di umidità.

EnJoy!

 

Potrebbero interessarti anche...

CREMA DOLCE SPALMABILE DI AZUKI

CREMA DI CASTAGNE

 

 

SOCIAL

NEWSLETTER

Che verso fa il gatto?
Nome:
Email:

CONTATTAMI

CERCA

Questo sito utilizza i cookies. Navigandolo accetti.