Eccomi con una nuova recensione sui ristoranti veg. Oddio, non so se possiamo chiamarla proprio recensione…diciamo che vi racconto i miei pranzi e le mie cene in giro per ristoranti alla ricerca di piatti sani e buoni!

In Brianza, dove vivo, c’è questo storico ristorante vegetariano....il Samsara. Anni fa (tanti, sigh) avevo pure fatto un colloquio e mi volevano assumere come cuoca della cucina vegetariana, ma poi gli orari non erano compatibili con il mio stile di vita di allora e soprattutto non mi erano piaciute alcune disattenzioni che avevo notato in cucina. All’epoca infatti la cucina era in condivisione con l’altra parte del ristorante che vegetariana non è…tale Volta Rossa.

In seguito le due cucine sono state separate ed i due ristoranti sono diventati completamente autonomi. Non so se sia anche cambiata la gestione, fatto sta che non ci sono mai andata a cena…nonostante sia a pochi chilometri da casa.

Una sera, così senza troppo preavviso, io e il mio ragazzo decidiamo di andare. Era un sabato, a inizio Luglio... abbiamo deciso di cenare lì per poi raggiungere alcuni amici in un locale lì in zona.

Ci siamo accomodati nel dehor, carino e semplice. Unico problemuccio le mosche numerosissime e fastidiose. Intorno al ristorante probabilmente ci sono i campi, non so….si sentiva odore di fattoria, percui suppongo che la numerosità delle mosche fosse dovuto a quello. Comunque sono state con noi per tutta la durata della cena nonostante gli zampironi accesi…e scacciarle di continuo era una vera rottura. Il pane ed il cibo le attiravano tantissimo percui abbiamo coperto il cestino del pane col mio tovagliolo e con le mani sventolavamo i nostri piatti. Ad un certo punto ho messo una fetta di pane all’angolo del tavolo piu lontano da noi…per cercare di attirarle lì….non ha funzionato gran che perché erano davvero troppe ma ad un certo punto, su quella fetta, ce ne saranno state su 15, giuro.

Vabè, a parte questo particolare che può anche starci, data la stagione e la temperatura…veniamo alla cena. Da bere abbiamo preso un sidro di mela spumantizzato ed una birra artigianale  affumicata, entrambi deliziosi. Personale gentile e disponibilissimo.

Come pietanze, il menu propone varie scelte. Per provare un po’ di cose io ho scelto la degustazione di antipasti mentre il mio ragazzo ha preso un singolo antipasto, le bruschette con tofu e zucchine, ed un primo piatto ovvero le orecchiette alla norma (di cui purtroppo non ho la foto....mannaggiammè).

 

Antipasto Samsara

 

Da che parte cominciare? Vediamo…inizio dicendo che globalmente non era male, ma neanche niente di che. Purtroppo le bruschette di tofu e zucchine erano proprio cattive, insapori e senza sale. Non capisco, noi cuochi sappiamo che il tofu non sa di NIENTE messo lì così sul pane. Abbinarci delle zucchine senza sale può migliorare la situazione? No…!! Magari, non so…delle olive, capperi, pomodori secchi….quelle cose lì vanno bene! Se proprio non si ha voglia di insaporire bene il tofu, almeno accostiamolo a cose saporite e gustose…dico io! Ma così, era proprio terribile! Anche il pane non era bruschettato….era duro.

Il resto degli antipasti non era male, ma come ho già detto, neanche speciale. I due cereali del piatto erano farro e grano spezzato. Conditi allo stesso identico modo con poche verdure e cipolla cruda (che non tutti gradiscono).

L’humus che mi avevano tanto decantato era salatissimo e non particolarmente speciale. Il seitan stonnato condito con crema di ceci ai capperi non era male, ma anche lui salatissimo. Ho gradito molto l’insalatina di fagiolini con melone e mandorle, quella era molto buona. Però globalmente il piatto era così così. Potevano fare di più con pochi accorgimenti!!

Veniamo alle orecchiette alla norma. Anche queste nulla di che, poco condite…le melanzane cotte con il sugo (non fritte) ma non fino in fondo, alcune erano poco cotte e facevano “gnek” sotto i denti. La pasta a tratti era anche un po’ scotta!

Insomma, non male ma non da ricordare. La norma che fanno al ristorante Eoliano dietro casa è una bomba, in confronto! E gli ingredienti son sempre quelli…pasta buona, sugo buono, melanzane e ricotta salata di giù…mhè!

Non fatevi prendere dallo sconforto, però! Recuperiamo  alla grande con il dessert… lo prendiamo vegetariano e non vegan. Una cheesecake ai lamponi. Ottima, nulla da dire. Ne avrei mangiate altre dieci fette! Si sa che i dolci sono la mia grande debolezza e in questo caso questa torta ha fatto centro!

 

Cheesecake Samsara

 

Insomma, il giudizio globale purtroppo non è molto positivo ma magari è stato un caso di quel sabato sera lì visto che diversi amici ci hanno detto di aver mangiato molto bene al Samsara. Se qualcuno di voi ci è stato e si è trovato meglio me lo dica! Condividete la vostra esperienza , mi farebbe davvero molto piacere!

Ci si vede alla prossima “recesione”….ho in programma il Sud Tirolo!! Bella sfida?? ;-)

 

piatto misto Samsara

 

Potrebbero interessarti anche...

 - MANGIARE VEG A TORINO: SOUL KITCHEN

MANGIARE VEG IN SVIZZERA

 

 

SOCIAL

NEWSLETTER

Che verso fa il gatto?
Nome:
Email:

CONTATTAMI

CERCA

Questo sito utilizza i cookies. Navigandolo accetti.